Vai al contenuto

alla buon’ora

Finalmente mi sono deciso. Un blog.

Quando ormai i blog son quasi in decadenza, quando anche il cane del mio portinaio ne ha aperto uno.

Ma, per quanti blog siano aperti, sono solo una minoranza quelli che seguo con interesse. Anzi, sono pochissimi. Un bel blog deve avere, imho, precisi requisiti

1) aggiornamenti periodici e costanti

2) varietà di argomenti

3) carisma nella scrittura

Se per i primi due punti ho già un sacco di idee in testa, per il terzo mi rimetto ai gentili lettori perchè, sebbene abbia sempre amato scrivere, mi rendo conto che spesso dalla mia mente malata escono pensieri fin troppo contorti, e che magari poi si traducono in testo assolutamente folle e sconclusionato… vedremo.

Perchè un blog anonimo?

Sono stato tanto in dubbio a questo riguardo… da un certo punto di vista alcuni dei miei blog preferiti (li linko prima o poi) portano nome e cognome dell’autore. Da un altro punto di vista, mi sentieri troppo legato a firmarmi.

Inutile girarci attorno: famiglia, lavoro, conoscenti, amici… troppi contatti da “gestire”, troppi pensieri per fare post che, inevitabilmente , sarebbero forzatamente “politically correct” nei confronti prima di uno, poi, dell’altro…

meglio avere la libertà di scrivere a ruota libera, di spaziare su tanti argomenti potendo esprimere il mio pensiero e la mia opinione, senza l’ansia di dire la cosa che risulterebbe sbagliata per uno o l’altro interlocutore.

Di cosa parlerò nel blog? Di tutto. Adoro scrivere. Mi piaciono un sacco di cose. E mi piace parlare, discutere , esprimermi su tanti argomenti diversi.

E dato che questo spazio è mio, finalmente posso esprimere quello che mi passa per la testa senza remore.

Alla buon’ora!!!

L’aspetto del blog è standard, basilare e fa schifo. Se e quando avrò tempo di personalizzarlo lo farò, ma è il contenuto a fare la differenza, come sempre